76317157@N08

Band Blog

GIORNO ZERO

Sicuramente uno dei miei brani migliori. Sono diverse le persone che ancora oggi ricordano questo brano e mi è pure capitato di trovare in rete qualche citazione dal testo. Fu una vera rivoluzione per i tempi, il melodico nel ritornello, la strumentale tesa e le strofe profonde. Dopo diversi problemi, è forte il desiderio di lasciarsi tutto alle spalle, ripartendo da zero, viaggiando lontano.

Il brano chiude il disco “L’Ultimo Passo” del 2003 uscito con lo pseudonimo Plasma.
Scaricalo gratuitamente a questo link: FREE DOWNLOAD NOW

GIORNO ZERO
(Alessandro Bratta, 2003 © )

Giorno zero..anno zero..
Resto in silenzio..a disagio..confuso!
perchè nessuno ha voglia di ascoltarti,perchè vorresti essere altrove, perchè

Se non hai scelta
se ancora una volta
la dura realtà,ti procura un’altra ferita e non c’è l’ultima possibilità
non mi ruberanno la libertà,di sognare e vedere nuove e lontane frontiere
giorno zero..riparto da solo

Sono ore che spingo sull’acceleratore
sono ore che vedo milioni di luoghi e persone
Sono scene che scorrono sopra scene che corrono
sono senza catene ma fanno male e mi schiacciano
Ma non passa inosservata la mia vita e la mia infanzia
chissà a cos’è servita la dolcezza con ogni ragazza
chissa se adesso a Ravenna la nebbia è scomparsa
e se la pioggia che bagnava la mia rabbia si è dissolta
Sai,risento ancora la tua voce che mi parla
rivedo me con lei in un’atmosfera che non torna
L’estate se ne va tra litigate e trascorsi
e da un fottuto saluto alle mie giornate e ai miei sogni
3,2,1,0,zero compromessi,riparto da zero,si alza il sipario su questa notte
cercando le risposte,urlando contro il cielo il mio nome con voce più forte più volte!

Se non hai scelta
se ancora una volta
la dura realtà,ti procura un’altra ferita e non c’è l’ultima possibilità
non mi ruberanno la libertà,di sognare e vedere nuove e lontane frontiere
giorno zero..riparto da solo

Perchè voltarsi ancora se ancora una volta volterò le spalle a ciò che sarà
ma sarà dura stavolta voltare pagina e farsene una ragione e fregarsene
e starsene troppo distante dal paradiso che cerchi costante
Ma è meglio andarsene dalle prigioni del malessere
dalle situazioni che distruggono il mio essere
ho le mie ragioni anche in situazioni ostiche
Psiche malata
mi dice:”Trova la strada!Prova una nuova emozione e gioca la giusta puntata..”
Lascio la macchina in moto
stanco del mondo a suo modo,piango e rimango a fissare il vuoto
Fermo restando che ogni secondo lo passo pensando a quello che ho fatto
e ogni secondo mi rendo conto che ho solo me stesso e sono solo di passaggio
Seguirò nel seguito e proseguirò il mio viaggio

RESTA
la voglia di vedere sempre oltre
RESTA
la voglia di passar con lei la notte
RESTA
sempre un po’ d’amaro dopo il dolce
MA RESTA
sempre un avversario un po’ più forte
in questa notte che non passa e che non torna
Giorno zero,è la memoria che ricorda..è la mia storia che non si ferma.

*Come da policy, i contenuti del sito sono di proprietà intellettuale dell’artista.
E’ consentita la condivisione via social media, con l’obbligo di citarne espressamente la fonte.

Share it:

Comments Closed

Comments

Comments are closed.